POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 20 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

GIURISDIZIONI DI MERITO | 20 Dicembre 2007

I dipendenti degli enti locali trasferiti nei ruoli del personale Ata sono inquadrati in base al riconoscimento del "maturato economico"

I lavoratori sono quindi inseriti nelle qualifiche funzionali e nei profili professionali dei corrispondenti ruoli statali, sulla base del trattamento economico complessivo in godimento all'atto del trasferimento

(Tribunale di Bari, sentenza del 9 ottobre 2007)

Ai dipendenti degli enti locali transitati nei ruoli del personale Ata non è possibile riconoscere l'anzianità maturata presso l'amministrazione di provenienza. Lo chiarisce il giudice del Lavoro del Tribunale di Bari con la sentenza dello scorso 9 ottobre...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.