POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 19 ottobre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
OBBLIGAZIONI e CONTRATTI

locazione | 13 Novembre 2017

Registrazione tardiva del contratto per iniziativa del conduttore: l’indennizzo forfettario non è incostituzionale

di Giuseppe Marino - Avvocato e Dottore di ricerca in Giustizia costituzionale

La disciplina delle locazioni di immobili ad uso abitativo introdotta dall’art. 1, comma 59, della legge n. 208/2015 non ha ripristinato i pregressi contratti di locazione non registrati, violando il giudicato costituzionale, ma ha previsto una predeterminazione forfettaria del danno patito dal locatore e/o della misura dell’indennizzo dovuto dal conduttore, in ragione dell’occupazione illegittima del bene locato, stante la nullità del contratto.

(Corte Costituzionale, ordinanza n. 238/17; depositata il 10 novembre)

Lo ha confermato la Corte costituzionale, con l’ordinanza n. 238, depositata il 10 novembre 2017. Il caso. La pronuncia in commento trae origine da due separati giudizi relativi a contratti di locazione tardivamente registrati su iniziativa...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.