Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
venerdì 19 dicembre 2014
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
OBBLIGAZIONI e CONTRATTI

Simulazione relativa per interposizione fittizia di persona | 15 Maggio 2013

Non è necessaria l’integrazione del contradditorio nei confronti del venditore

di Gianluca Tarantino - Avvocato e dottore di ricerca in diritto dell'economia

  Nella simulazione relativa della compravendita per interposizione fittizia dell’acquirente, l’alienante non è litisconsorte necessario, se nei suoi riguardi il negozio è stato integralmente eseguito e manca ogni suo interesse ad essere parte nel giudizio. 

(Corte di Cassazione, sez. Unite Civili, sentenza n. 11523/13; depositata il 14 maggio)

  Con la sentenza n. 11523 del 14 maggio 2013, la Cassazione a Sezioni Unite risolve il contrasto di giurisprudenza in ordine alla necessità o meno dell’integrazione del contraddittorio nei confronti del venditore nell’ipotesi...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.