POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 06 marzo 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LOCAZIONI e CONDOMINIO

amministratore di condominio | 01 Dicembre 2020

Valida la costituzione del condominio in appello mediante la procura conferita al difensore in primo grado

di Nicola Frivoli - Avvocato

È infondato il ricorso per cassazione, avverso la pronuncia della Corte d’Appello, in tema di difetto di procura conferita al difensore, atteso che il mutamento della persona dell’amministratore in corso di causa non ha immediata incidenza sul rapporto processuale che, in ogni caso, sia dal lato attivo che da quello passivo, resta riferito al condominio, il quale opera, nell’interesse comune dei condomini attraverso l’assemblea senza bisogno del conferimento dei poteri rappresentativi per ogni grado e fase del giudizio.

(Corte di Cassazione, sez. II Civile, ordinanza n. 27302/20; depositata il 30 novembre)

Così la Cassazione con ordinanza n. 27302/20, depositata il 30 novembre.   Il caso. Una condomina proponeva innanzi al Tribunale competente impugnativa per l’annullamento di una delibera assembleare, eccependo l’invalidità...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.