POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 25 settembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
LOCAZIONI e CONDOMINIO

amministratore di condominio | 07 Febbraio 2018

L'amministratore di condominio non può notificare a se stesso

di Donato Palombella - Giurista d'impresa

L'amministratore di condominio, può agire giudizialmente contro il condomìnio amministrato per il pagamento delle proprie prestazioni professionali? L'eventuale decreto ingiuntivo a chi deve essere notificato? Nel caso in esame non si parla di pochi spiccioli, ma di oltre 52 mila euro a fronte di una attività prestata dal 1994 al 2000.  

(Tribunale di Milano, sez. III Civile, sentenza 30 novembre 2017)

Della vicenda si è occupato il Tribunale di Milano con sentenza del 30 novembre 2017. Le ragioni del condominio. L'amministratore, a fronte di due fatture, ottiene un decreto ingiuntivo e, nel silenzio del debitore, notifica il relativo...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.