POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 04 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 01.07.2020

    Primo piano

    Civile

    azione revocatoria

    Azione revocatoria, litisconsorzio necessario dei coniugi

    di Emanuele Bruno - Avvocato

    E’ legittimato passivo anche il coniuge che non ha conferito immobili.  

    (Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 3, ordinanza n. 12975/20; depositata il 30 giugno)

    Penale

    ordinamento penitenziario

    Condizioni di salute e differimento della pena, occorre valutare la pericolosità del condannato

    di La Redazione

    Quando è ravvisabile lo stato di salute incompatibile con il regime carcerario, idoneo a giustificare il differimento dell’esecuzione della pena per infermità fisica o l’applicazione della detenzione...

    (Corte di Cassazione, sez. I Penale, sentenza n. 19594/20; depositata il 30 giugno)

    Penale

    Delitti contro la fede pubblica

    Custodie per Nintendo con marchio contraffatto: condannata

    di La Redazione

    Ai fini della sussistenza del delitto di cui all’art. 474 c.p., in presenza di marchi di larghissimo uso e di incontestata utilizzazione da parte delle relative società produttrici, non è richiesta la prova della...

    (Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 19541/20; depositata il 30 giugno)

    Lavoro

    previdenza

    Non c’è dolo se l’accipiens ha dichiarato i redditi all’amministrazione finanziaria, in quanto legislativamente conoscibili anche dall’INPS

    di Francesca Siccardi

    Vale anche per l’addebito assistenziale l’affermazione effettuata in tema di indebito previdenziale, secondo cui laddove le situazioni ostative all’erogazione siano note all’ente previdenziale o siano, comunque, dallo...

    (Corte di Cassazione, sez. VI Civile - L, ordinanza n. 13223/20; depositata il 30 giugno)

    Penale

    ordinamento penitenziario

    Concessione del permesso premio e verifica dei collegamenti con la criminalità organizzata

    di La Redazione

    La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo l’art. 4-bis, c. 1, ord. pen. ove non prevede che, ai detenuti per i delitti ivi elencati, possano essere concessi permessi premio anche in assenza di collaborazione con la giustizia,...

    (Corte di Cassazione, sez. I Penale, sentenza n. 19600/20; depositata il 30 giugno)

    Penale

    particolare tenuità del fatto

    Bici a prezzo stracciato: acquisto sospetto, ma il valore economico ridotto salva i due compratori

    di Attilio Ievolella

    Confermato il non doversi procedere nei confronti dei due uomini. Decisiva la particolare tenuità del fatto. Rilevante anche il ridotto valore economico dei due beni.  

    (Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 19548/20; depositata il 30 giugno)

    Penale

    delitti contro il patrimonio

    Crea confusione tra conti riferibili a due condomini, amministratore condannato per appropriazione indebita

    di La Redazione

    L’amministratore di più condomini che, senza autorizzazione, faccia confluire i saldi dei conti attivi dei singoli condomini su un unico conto di gestione a lui intestato, risponde del reato di appropriazione indebita a prescindere...

    (Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 19519/20; depositata il 30 giugno)

    Fisco

    agevolazioni fiscali

    Agevolazioni prima casa, non basta la tempestiva richiesta di cambio residenza

    di Attilio Ievolella

    Definitiva la sconfitta per il contribuente. La mera richiesta di trasferimento della residenza nel Comune ove è ubicato l'immobile non è dato sufficiente. Vittoria per il Fisco.  

    (Corte di Cassazione, sez. Tributaria, ordinanza n. 13104/20; depositata il 30 giugno)

    Seguici su Twitter