POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 18 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 13.05.2020

    Primo piano

    Penale

    gratuito patrocinio

    La falsità o inesattezza della dichiarazione sostitutiva non comporta la revoca del beneficio, se i redditi non superano il limite di legge

    di Alfredo De Francesco - Avvocato

    La falsità o l’incompletezza della dichiarazione sostitutiva di certificazione prevista dall’art. 79, comma 1, lett. c), d.P.R. n. 115/2002, qualora i redditi effettivi non superino il limite di legge, non comporta la revoca...

    (Corte di Cassazione, sez. Unite Penali, sentenza n. 14723/20; depositata il 12 maggio)

    Penale

    trattamento sanzionatorio

    Reato continuato: l’omessa statuizione del giudice di merito sull’incremento di pena impone il giudizio di rinvio

    di La Redazione

    In tema di determinazione dell’incremento di pena a titolo di continuazione, nel caso in cui il giudice del merito abbia omesso di statuire sul punto, pur avendo ritenuto unificati i fatti ex art. 81 c.p., la sentenza impugnata non...

    (Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 14688/20; depositata il 12 maggio)

    Lavoro

    lavoro subordinato

    Il minimale contributivo previsto dall’art. 29 d.l. n. 244/1995 si applica in caso di lavoratori part-time assunti oltre il limite del 3% previsto dai CCNL edili

    di Roberto Dulio - Avvocato giuslavorista, Senior partner dello Studio legale Associato B.B.D.

    La fattispecie riguardante la pretesa dell’INAIL di parametrare sulla retribuzione imponibile per l’orario normale contrattuale i premi dovuti sulle retribuzioni corrisposte ai lavoratori assunti part-time in eccedenza rispetto al...

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 8794/20; depositata il 12 maggio)

    Seguici su Twitter