POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 18 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 01.05.2020

Penale

contraffazione

La falsificazione dell’assegno postale è una condotta soggetta a sanzione penale?

di La Redazione

In tema di falso in scrittura privata, a seguito dell’abrogazione dell’art. 485 c.p. e della nuova formulazione dell’art. 491 c.p. ad opera del d.lgs. n. 7/2016, la condotta di falsificazione dell’assegno bancario (a cui...

(Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 13279/20; depositata il 29 aprile)

Penale

diffamazione

Guerra commerciale tra gelatai: parlare di “prodotto cattivo al gusto” vale una condanna

di Attilio Ievolella

A chiudere la surreale vicenda provvede la Cassazione, confermando la condanna per il gelataio che ha criticato aspramente, alla presenza di potenziali clienti, turisti e semplici passanti, la qualità del prodotto realizzato dal...

(Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 13241/20; depositata il 29 aprile)

Lavoro

decreto coronavirus

Il datore di lavoro non può negare lo smart working, in maniera irragionevole o discriminatoria al lavoratore…

…una volta accertata la sussistenza delle condizioni per ricorrere al lavoro agile

di Roberto Dulio - Avvocato giuslavorista, Senior partner dello Studio legale Associato B.B.D.

Ai sensi dell'art. 39, comma 2, d.l. n. 18/2020, ai lavoratori del settore privato affetti da gravi e comprovate patologie con ridotta capacità lavorativa è riconosciuta la priorità nell'accoglimento delle istanze di...

(Tribunale di Grosseto, sez. Lavoro, ordinanza depositata il 23 aprile 2020)

Seguici su Twitter