POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 19 ottobre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 10.07.2019

    Primo piano

    Civile

    impugnazioni

    Procedimento sommario di cognizione: il provvedimento che dichiara la domanda inammissibile può essere impugnato con diversi mezzi

    di Rosa Villani - Avvocato

    Al di fuori dei casi in cui il Tribunale giudica in composizione collegiale, laddove il procedimento sommario di cognizione introdotto dalla parte sia ritenuto dal giudice inammissibile per ragioni diverse, ed in particolare per ragione di una...

    (Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 18331/19; depositata il 9 luglio)

    Contratti

    clausole contrattuali

    In presenza di clausole contrattuali ambigue si applica l’interpretazione contra stipulatorem

    di La Redazione

    Di fronte ad un complesso di clausole contrattuali ambiguo e polisenso in base ai criteri letterali o logico-sistematici, la Suprema Corte ha ritenuto corretto il ricorso del Giudice alla clausola cd. contra stipulatorem, essendo necessario...

    (Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 18324/19; depositata il 9 luglio)

    Penale

    delitti contro la pubblica amministrazione

    Peculato d’uso del telefono di servizio: quel che conta è il danno arrecato alla P.A.

    di La Redazione

    La condotta del pubblico ufficiale che utilizzi il telefono di servizio per fini personali al di fuori dei casi di urgenza o di specifiche autorizzazioni, integra il reato di peculato d’uso se produce un apprezzabile danno patrimoniale alla...

    (Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 30178/19; depositata il 9 luglio)

    Lavoro

    licenziamento

    Licenzia il dipendente in forma verbale: invertito l’onere della prova?

    di La Redazione

    In tema di licenziamento orale, la Suprema Corte richiama un principio che regola l’onere della prova in capo al lavoratore e al datore di lavoro.  

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 18402/19; depositata il 9 luglio)

    Civile

    risarcimento danni

    La sentenza di condanna del danneggiante non è opponibile ex se all’assicuratore, ma deve essere valutata alla stregua delle altre prove documentali

    di Massimiliano Summa - Avvocato

    Il giudicato di condanna del danneggiante non può essere opposto dal danneggiato che agisca in giudizio nei confronti dell’assicuratore in assicurazione obbligatoria sulla responsabilità civile derivante dalla circolazione dei...

    (Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 18325/19; depositata il 9 luglio)

    Civile

    PCT - giurisprudenza

    Quando la notifica PEC può dirsi idonea al decorso del termine breve per impugnare

    di La Redazione

    La notifica della sentenza effettuata alla controparte a mezzo PEC fa decorrere il termine breve d’impugnazione nei confronti del destinatario laddove il notificante dimostri di aver allegato e prodotto la copia cartacea del messaggio di...

    (Corte di Cassazione, sez. III Civile, ordinanza n. 18317/19; depositata il 9 luglio)

    Penale

    gratuito patrocinio

    Qualsiasi introito non occasionale confluisce nella nozione di reddito ai fini dell’ammissione al gratuito patrocinio

    di La Redazione

    Nel concetto di reddito ai fini dell’ammissione al beneficio del gratuito patrocinio, deve tenersi conto anche degli aiuti economici prestati al richiedente in qualsiasi forma dai familiari conviventi ovvero dai terzi.  

    (Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza n. 29914/19; depositata il 9 luglio)

    Fisco

    imposte dirette

    Non paga l’IRAP il professionista con due dipendenti part-time

    di La Redazione

    Confermato l’orientamento secondo cui due posizioni part-time sono equiparabili ad una sola unità lavorativa a tempo pieno.

    (Corte di Cassazione, sez. VI Civile - T, sentenza n. 18300/19; depositata l’8 luglio)

    Seguici su Twitter