POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 19 dicembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 12.02.2018

    Primo piano

    Penale

    misure cautelari

    L’attualità del pericolo può desumersi dalle dichiarazioni rese sui social network

    Ai fini dell’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora, l’attualità del pericolo di reiterazione del reato deve valutarsi sulla probabilità di «ricaduta nel delitto» e lo stato di...

    (Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza n. 6539/18; depositata il 9 febbraio)

    Penale

    particolare tenuità del fatto

    Niente esclusione della punibilità se l’incidente è causato dal neopatentato senza danni a persone

    La disciplina relativa all’esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto non può applicarsi al caso di incidente stradale cagionato dal conducente in stato di ebbrezza per il semplice fatto che questi...

    (Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza n. 6520/18; depositata il 9 febbraio)

    Penale

    sostanze stupefacenti

    Attività di spaccio rudimentale ma organizzata: confermata la custodia cautelare

    Viene così meno l’ipotesi di uno “spaccio lieve”. Confermata anche in Cassazione la misura cautelare decisa dal GIP e condivisa dai giudici del Tribunale.

    (Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 6227/18; depositata il 9 febbraio)

    Lavoro

    assegni familiari

    La rilevanza del reddito del coniuge separato affidatario ai fini degli assegni familiari

    Il reddito rilevante ai fini dell’ammontare dell’assegno familiare, avente natura assistenziale, è quello del nucleo familiare composto dal coniuge affidatario e dai figli, con esclusione del coniuge legalmente separato, anche...

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, ordinanza n. 3214/18; depositata il 9 febbraio)

    Penale

    guida in stato di ebbrezza

    Il mancato avviso al conducente della facoltà di farsi assistere da un difensore invalida l’intero processo

    L’obbligo di procedere all’avviso al conducente della facoltà di farsi assistere da un difensore scatta nel momento in cui l’organo di polizia, sulla base delle concrete circostanze, ritenga desumibile uno stato di...

    (Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza n. 6526/18; depositata il 9 febbraio)

    Penale

    impugnazioni

    Il dies a quo per impugnare e i limiti di esecutività del decreto penale di condanna in caso di nullità della notifica

    La nullità della notifica del decreto penale di condanna, nel caso di specie perché notificato al difensore d’ufficio e non a quello di fiducia ritualmente nominato, comporta la non esecutività del decreto stesso. La...

    (Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 6246/18; depositata il 9 febbraio)

    Penale

    delitti contro l’amministrazione della giustizia

    La convivente more uxorio non è punibile per favoreggiamento personale

    La causa di non punibilità prevista dall’art. 384 c.p. (Casi di non punibilità), trova applicazione non solo a favore del coniuge ma anche del convivente more uxorio.

    (Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 6218/18; depositata il 9 febbraio)

    Fisco

    contenzioso tributario

    Crisi di liquidità: le sanzioni sono comunque dovute per le imposte non pagate

    di Federico Gavioli - Dottore commercialista, revisore legale dei conti e giornalista pubblicista

    Le sanzioni per l’omesso pagamento delle imposte vanno versate perché sono irrilevanti le motivazioni sul fatto che la crisi di liquidità - che ha determinato il mancato pagamento - sia dipesa dall'inadempimento dei...

    (Corte di Cassazione, sez. VI Civile – T, ordinanza n. 3049/18; depositata l’8 febbraio)

    Seguici su Twitter