POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 21 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 27.09.2017

RCA

risarcimento danni

La polizza assicurativa del professionista risponde anche se non viene indicato chi è stato (nello studio) l’autore del danno

di Federico Gavioli - Dottore commercialista, revisore legale dei conti e giornalista pubblicista

L’assicurazione copre i danni del professionista anche se non è indicato chi è l’autore materiale del fatto che ha costituito il danno per il cliente.

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 22339/17; depositata il 26 settembre)

RCA

risarcimento danni

Liquidazione del danno da perdita di relazione parentale

In merito alla salvaguardia delle clausole nella domanda giudiziale, la Corte «ha individuato un preciso discrimen tra quelle clausole cui deve riconoscersi un significato giuridicamente rilevante ai fini delle determinazione...

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 22330/17; depositata il 26 settembre)

Penale

Delitti contro la persona

Tirata di capelli: gesto catalogato come lesione personale

L’episodio si è verificato durante una lite. La donna è stata sanzionata con una multa di 400 euro per il comportamento tenuto. Inequivocabili le lesioni riportate dalla vittima.  

(Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 44375/17; depositata il 26 settembre)

Penale

diritto di difesa

Il decesso dell’avvocato di fiducia non è causa di nullità del procedimento

Il fatto che il difensore, dopo aver ricevuto regolare notifica del decreto che ha disposto il giudizio o dell’avviso di udienza, non abbia poi potuto esercitare il proprio mandato in giudizio perché deceduto, non inficia la...

(Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 44222/17; depositata il 26 settembre)

Fisco

contenzioso tributario

Definizione liti, arriva la circolare sul fotofinish

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la nuova prassi: si tratta di 21 risposte ad altrettante domande sulla rottamazione delle controversie fiscali. Il termine per aderire alla definizione scade lunedì 2 ottobre.

Civile

spese processuali

Spese di lite compensate se durante il processo la parte soccombente ha tenuto un comportamento lecito

di Rosa Villani - Avvocato

La norma di cui all’art. 92, comma 2, c.p.c. nella parte in cui consente al giudice di disporre la compensazione delle spese di lite allorchè occorrano gravi ed eccezionali ragioni, è norma elastica, che il legislatore ha...

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, ordinanza n. 22333/17; depositata il 26 settembre)

Penale

bancarotta

La distrazione post fallimentare si configura anche con il solo utilizzo dei bene del fallimento

La condotta di distrazione disciplinata all’art. 216 r.d. n. 267/42 ha natura residuale e ricomprende tutte le condotte tese a sviare i beni dell’impresa fallita dalla loro funzione che è la garanzia dei crediti vantati dal...

(Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 44398/17; depositata il 26 settembre)

Penale

delitti contro il patrimonio

Condannato per estorsione invoca l’esercizio arbitrario delle proprie ragioni

A differenza dell’estorsione, il reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni rientra tra i reati propri esclusivi o di mano propria, ed è dunque configurabile nei soli casi in cui la condotta tipica sia posta in essere da...

(Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 44234/17; depositata il 26 settembre)

Lavoro

licenziamento

Se mi denunci, ti licenzio

di Martina Tonetti - Avvocato

Non integra giusta causa o giustificato motivo soggettivo di licenziamento la condotta del lavoratore che denunci all’autorità giudiziaria competente fatti di reato commessi dal datore di lavoro, a meno che non risulti il carattere...

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 22375/17; depositata il 26 settembre)

Amministrativo

appalto

Usa e getta in mensa

di Marilisa Bombi

L’utilizzo nella mensa scolastica di stoviglie in porcellana e vetro anziché in plastica è fattore premiante nella gara per l’affidamento del servizio di refezione.

(Consiglio di Stato, sez. V, sentenza n. 4450/17; depositata il 22 settembre)

Rassegne

20/04/2021

RASSEGNA DELLA SEZIONE TRIBUTARIA DELLA CASSAZIONE

Francesco Antonio Genovese

19/04/2021

RASSEGNA DEL CONSIGLIO DI STATO

Benedetta Civilla - Avvocato

Seguici su Twitter