POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 20 gennaio 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 02.12.2016

Penale

appropriazione indebita

Il datore di lavoro si appropria della somma relativa agli assegni familiari di un dipendente: quale reato è integrato?

di Alfredo Foti - Avvocato penalista

Non può ritenersi integrata la fattispecie di truffa in difetto di alcuni elementi strutturali di tale reato quali gli artifici ed i raggiri, l’induzione in errore del soggetto passivo ed il relativo danno patrimoniale, così...

(Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 51334/16; depositata il 1° dicembre)

Lavoro

lavoro pubblico

Le clausole del bando di selezione del personale non sono modificabili dalla PA, nemmeno a seguito di accordo sindacale

di Roberto Dulio - Avvocato giuslavorista, Senior partner dello Studio legale Associato B.B.D.

La Pubblica amministrazione non ha alcun potere di modificare le clausole del bando, sia pure sulla scorta di un accordo sindacale intervenuto successivamente e che modifica i criteri di selezione indicati nel bando.

(Corte di Cassazione sez. Lavoro, sentenza n. 24569/16; depositata il 1° dicembre)

Lavoro

licenziamento

Interpretazione del contratto: il dato letterale non basta

di Maura Corrado - praticante avvocato e giornalista pubblicista

La comune volontà dei contraenti, nell’ambito dell’interpretazione di un contratto, deve essere desunta sia tramite il criterio letterale sia attraverso l’esame del comportamento delle parti, anche successivo alla...

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 24560/16; depositata il 1° dicembre)

Fisco

fatturazione elettronica

Trasmissione fatture e corrispettivi, opzioni prorogate al 31 marzo

Tramite un provvedimento diramato il 1° dicembre, le Entrate hanno posticipato dal 31 dicembre 2016 al 31 marzo 2017 il termine entro cui esercitare le opzioni per la trasmissione telematica dei dati delle fatture e dei corrispettivi. La...

Penale

truffa

Il proscioglimento non è assoluzione: quello che il gup può e non può dire

Trattando un caso di truffa aggravata che porta al proscioglimento dell’imputato, la Corte di Cassazione si sofferma su funzione, portata e nozione della sentenza di non luogo a procedere.

(Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 51324/16; depositata il 1° dicembre)

Lavoro

circolazione stradale

Il coautore del fatto illecito subisce azione di regresso per l’intera somma pagata

di Rosa Villani - Avvocato

Secondo un’applicazione del principio dettato in generale per le obbligazioni solidali dall’art. 1298, comma 1 c.c. – secondo cui quando l’obbligazione sia stata contratta nell’interesse esclusivo di alcuno dei...

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 24567/16; depositata il 1° dicembre)

Lavoro

licenziamento collettivo

Non tutti i lavoratori possono chiedere l’annullamento di un licenziamento collettivo

di Ilaria Leverone

L’annullamento del licenziamento per violazione dei criteri di scelta ai sensi dell’art. 5 l. n. 223/1991, nella formulazione vigente anteriormente alle modifiche ex lege 92/2012, non può essere domandato indistintamente da...

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 24558/16; depositata il 1° dicembre)

Amministrativo

riforma costituzionale

Consiglio di Stato, via libera al referendum costituzionale

Confermato il voto del 4 dicembre prossimo sul referendum confermativo della legge costituzionale. Il Consiglio di Stato ha infatti respinto l’appello proposto contro la decisione del TAR che ne dichiarava l’inammissibilità.

(Consiglio di Stato, sez. IV, ordinanza n. 5334/16 del 1° dicembre)

Rassegne

19/01/2021

RASSEGNA DELLA SEZIONE TRIBUTARIA DELLA CASSAZIONE

Francesco Antonio Genovese

18/01/2021

RASSEGNA DELLE SEZIONI CIVILI DELLA CASSAZIONE

Francesco Antonio Genovese

Seguici su Twitter