POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 26 febbraio 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 24.03.2016

    Primo piano

    RCA

    risarcimento danni

    E' sempre sbarrata la strada che porta al danno tanatologico

    di Renato Savoia - Avvocato

      In materia di danno non patrimoniale, in caso di morte cagionata da un illecito, il pregiudizio conseguente è costituito dalla perdita della vita, bene giuridico autonomo rispetto alla salute, fruibile solo in natura dal...

    (Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 5684/16; depositata il 23 marzo)

    Penale

    esercizio arbitrario delle proprie ragioni

    Il conduttore sposta il chiosco oggetto della causa con il locatore per deciderne la proprietà …

    … se l’azione del conduttore va ad incidere arbitrariamente sul bene che forma oggetto della contesa, ben oltre i limiti di un’azione manutentiva o reintegrativa, è integrato il delitto di cui all’art. 392...

    (Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 12377/16; depositata il 23 marzo)

    Penale

    estorsione

    Quid iuris se la vittima è coartata dal terzo non creditore: estorsione od esercizio arbitrario delle proprie ragioni?

    di Gabriele Pellicioli

    Non ricorre il diritto di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza o minaccia alle persone, bensì quello di estorsione, qualora l’agente, pur esercitando la propria azione intimidatrice per coartare il pagamento di un...

    (Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 12302/16; depositata il 23 marzo)

    Lavoro

    licenziamento

    Chi timbra il cartellino del collega commette una frode in danno del datore di lavoro e va licenziato

    di Federico Gavioli - Dottore commercialista, revisore legale dei conti e giornalista pubblicista

    E’ legittimo il licenziamento del dipendente che timbra il cartellino per il collega assente: il comportamento, infatti, rompendo il vincolo di fiducia che lega il lavoratore alla società è idoneo a configurare la giusta causa...

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 5777/16; depositata il 23 marzo)

    Fisco

    detrazioni per risparmio energetico

    Bonus riqualificazione energetica, chi non versa l’IRPEF può cedere il credito

    Con il provvedimento n. 43434/2016 dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 23 marzo, è stata resa possibile la cessione del credito da parte dei possessori di redditi esclusi dall'imposizione IRPEF, appartenenti alla "no...

    Penale

    rimessione in termini

    Anche l’elezione di domicilio presso il difensore d’ufficio è prova di effettiva conoscenza del processo

    di Serena Gentile - Avvocato penalista

    L’effettiva conoscenza del processo da parte dell’imputato deve sempre desumersi quando questi nel corso del procedimento abbia dichiarato o eletto domicilio, tanto presso il difensore d’ufficio quanto presso quello di fiducia,...

    (Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 12445/16; depositata il 23 marzo)

    Penale

    particolare tenuità del fatto

    Sentenza di non doversi procedere per tenuità del fatto: il pm ha potere di veto?

    Nell’ipotesi prevista dall’art. 469, comma 1-bis c.p.p.(sentenza di non doversi procedere per particolare tenuità del fatto), non sono esclusi poteri di veto analoghi a quelli previsti dal primo comma della disposizione...

    (Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 12305/16; depositata il 23 marzo)

    Lavoro

    licenziamento

    Obiettivi commerciali non raggiunti, responsabile delle vendite messo alla porta: abuso dell’azienda

    Confermata la condanna: oltre 100mila euro a titolo di indennità supplementare per l’ex dirigente. All’uomo è stato attribuito dalla società il mancato raggiungimento degli obiettivi commerciali fissati al momento...

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 5778/16; depositata il 23 marzo)

    Fisco

    contenzioso tributario

    Mancata indicazione del rappresentante legale nel ricorso introduttivo

    di Isabella Buscema - Esperto tributario

    In tema di contenzioso tributario, alla stregua dell'art. 18 d.lgs. n. 546/1992 la carenza nell’atto introduttivo del processo delle indicazioni necessarie per la individuazione del legale rappresentante (anche organico) del ricorrente,...

    (Corte di Cassazione, sez. Tributaria Civile, sentenza n. 5413/16; depositata il 18 marzo)

    Amministrativo

    edilizia privata

    Tutela beni ambientali ed handicap

    di Marilisa Bombi

      Ascensore in immobile in centro storico: se non è visibile dalla strada non c'è motivo per negare l'autorizzazione; mentre sono utili eventuali prescrizioni per mitigare l'impatto. Perché...

    (Consiglio di Stato, sez. VI, sentenza n. 905/16; depositata il 7 marzo)

    Rassegne

    26/02/2021

    RASSEGNA DELLE SEZIONI PENALI DELLA CASSAZIONE

    Giuseppe Luigi Fanuli - Presidente del Tribunale di Pesaro

    25/02/2021

    RASSEGNA DELLA SEZIONE LAVORO DELLA CASSAZIONE

    Francesca Evangelista

    Seguici su Twitter