POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 26 ottobre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 17.12.2015

    Primo piano

    Penale

    sistemi processuali

    Condannato in patria, con sentenza esecutiva ma revocabile: ‘via libera’ all’estradizione

    Respinte le obiezioni di un cittadino albanese, sanzionato in patria con alcuni anni di reclusione per il reato di truffa. Inutile il richiamo al fatto che la pronuncia di condanna sia esecutiva ma non irrevocabile, come testimoniato anche...

    (Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 49604/15; depositata il 16 dicembre)

    Penale

    sostanze stupefacenti

    Aggravante della consegna a minori dello stupefacente anche se i ragazzi agiscono da meri intermediari

    di Donato La Muscatella - Avvocato

    L'aggravante della consegna delle sostanze stupefacenti a persona di età minore, prevista dall'art. 80, comma 1, n. 1, d.P.R. n. 309/1990, è configurabile anche nel caso di semplice dazione al minorenne, indipendentemente...

    (Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 49571/15; depositata il 16 dicembre)

    Lavoro

    azione di regresso inail

    La moglie ritira la raccomandata al vecchio indirizzo: consegna perfezionata e prescrizione interrotta

    di Roberto Dulio - Avvocato giuslavorista, Senior partner dello Studio legale Associato B.B.D.

    In ambito di dichiarazioni recettizie, l’operatività della presunzione di conoscenza stabilita dall’art. 1335 c.c. presuppone che la dichiarazione sia giunta all’indirizzo del destinatario, inteso l’indirizzo come...

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 25305/15; depositata il 16 dicembre)

    Lavoro

    cassa integrazione guadagni

    La disciplina dell’assegno ordinario spiegata dall’INPS

    Con Circolare n. 201/2015, diffusa il 16 dicembre scorso, l’INPS illustra la disciplina dell’assegno ordinario ex art. 30, d.lgs. n. 148/2015, quale misura di sostegno al reddito in caso di sospensione o riduzione...

    Penale

    atti sessuali con minorenne

    “Fuitina” con infraquattordicenne: condanna per sottrazione e atti sessuali con minore

    di Francesca Siccardi - Avvocato

    L’art. 574 c.p. incrimina un reato contro la famiglia, plurioffensivo giacché lede non soltanto il diritto di coloro che esercitano la potestà genitoriale, ma anche il diritto del figlio a vivere seguendo le indicazioni e...

    (Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 49579/15; depositata il 16 dicembre )

    Penale

    dichiarazione fraudolenta

    La dichiarazione “fa“ il reato tributario. La riforma le moltiplica

    di Francesco, G. Capitani - Avvocato

    Non è sufficiente il mero inserimento in contabilità delle fatture per operazioni inesistenti, per integrare il reato. La riforma ex d.lgs. n. 158/2015 “moltiplica” le dichiarazioni rilevanti, da intendersi non...

    (Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 49570/15; depositata il 16 dicembre 2015)

    Lavoro

    lavoro subordinato

    I contratti a tempo determinato nella scuola pubblica

    di Ilaria Leverone

    E' corretta la stipulazione di contratti a termine per il conferimento di supplenze solo per esigenze oggettive dell'attività scolastica, in quanto speciale corpus normativo in materia di disciplina del reclutamento del personale a...

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 25301/15; depositata il 16 dicembre)

    Fisco

    interpello

    Interpelli antielusivi, l’Agenzia fa ordine

    La Risoluzione n. 104/E pubblicata il 15 dicembre scorso pone rimedio al vulnus creato dalla delega fiscale in materia di interpelli. Le istanze proposte dal 2 al 30 settembre 2015 andranno ripresentate. 

    Speciali

    20/10/2020

    Superbonus: uno Speciale con tutte le novità

    Giuseppe Marino - Avvocato e Dottore di ricerca in Giustizia costituzionale

    Rassegne

    26/10/2020

    RASSEGNA DEL CONSIGLIO DI STATO

    Benedetta Civilla - Avvocato

    23/10/2020

    RASSEGNA DELLE SEZIONI PENALI DELLA CASSAZIONE

    Giuseppe Luigi Fanuli - Presidente del Tribunale di Pesaro

    Seguici su Twitter