POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 27 febbraio 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 09.07.2015

    Primo piano

    Penale

    sequestro probatorio

    Può proporre il reclamo solo chi concretamente subisce pregiudizio per l’indisponibilità del bene

    di Francesco, G. Capitani - Avvocato

    E non chi vuol far valere mere violazioni di legge nell’esercizio della procedura di sequestro. Il Giudice cautelare non è il Giudice dell’”utilizzabilità” della prova. La Cassazione sconfessa un ormai...

    (Corte di Cassazione, sez. III Penale, ordinanza n. 29072/15; depositata l’8 luglio)

    Penale

    mezzi di prova

    I dati estratti dal computer in sequestro sono utilizzabili se conformi a quelli originali

    La l. n. 48/08 prevede la possibilità di estrarre copia dei dati contenuti in un computer, se tale operazione avviene con modalità idonee ad assicurare la conformità dei dati acquisiti a quelli originali.

    (Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 29061/15; depositata l’8 luglio)

    Lavoro

    lavoro subordinato

    La denuncia di fatti illeciti commessi dal datore di lavoro non integra giusta causa di licenziamento

    di Ilaria Leverone

      Il mero presentare un esposto o una denuncia all’autorità giudiziaria non viola i doveri di diligenza, di subordinazione o di fedeltà sanciti dagli artt. 2104 e 2105 c.c., salvo che ne risulti l’intento...

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 14249/15; depositata l’8 luglio)

    Fisco

    accertamenti

    Negozio grande, poco reddito: via libera all’accertamento induttivo

    di Isabella Buscema - Esperto tributario

      Si deve ritenere assolutamente antieconomica l’attività del contribuente che gestisce un’officina di grandi dimensioni a fronte di redditi dichiarati esigui. In un’ipotesi siffatta sussistono i presupposti per...

    (Corte di Cassazione, sez. Tributaria, sentenza n. 13734/15; depositata il 3 luglio)

    Penale

    consumazione prolungata

    Truffa aggravata a danno di un ente pubblico: il reato è flagrante in relazione ad ogni percezione di denaro

    Una truffa aggravata a danno di un ente pubblico, consistente nella percezione di un assegno di accompagnamento con artifici e raggiri, rientra tra i reati a consumazione prolungata e per questo motivo è flagrante in relazione ad ogni...

    (Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 29065/15; depositata l’8 luglio)

    Lavoro

    licenziamento disciplinare

    Condotte analoghe, ma le sanzioni sono diverse

    Ai fini della sussistenza della giusta causa o del giustificato motivo di licenziamento, è irrilevante che un analogo comportamento inadempiente, tenuto da un altro dipendente, sia stato valutato diversamente dal datore di lavoro.

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 14251/15; depositata l’8 luglio)

    Lavoro

    appalti

    Parità di trattamento: una chimera negli appalti misti

    di Martina Tonetti - Avvocato

      L’omogeneità di trattamento, che deriva dalla responsabilità solidale di cui all’art. 3 l. n. 139/1960, può avere senso in relazione ai lavoratori tutti sottoposti alla disciplina privatistica, ma non...

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 14146/15; depositata l’8 luglio)

    Amministrativo

    edilizia privata

    Trattoria in riva al mare: non ci può essere condono edilizio se la Soprintendenza ritiene il luogo ameno

    di Marilisa Bombi

      Motivo del contendere posto all'attenzione della Sezione VI del Consiglio di Stato, il diniego di condono ed i relativi ordini di demolizione – rispettivamente – di un pergolato di legno (gazebo) e di altri manufatti,...

    (Consiglio di Stato, sez. VI, sentenza n. 3294/15; depositata il 2 luglio)

    Rassegne

    26/02/2021

    RASSEGNA DELLE SEZIONI PENALI DELLA CASSAZIONE

    Giuseppe Luigi Fanuli - Presidente del Tribunale di Pesaro

    25/02/2021

    RASSEGNA DELLA SEZIONE LAVORO DELLA CASSAZIONE

    Francesca Evangelista

    Seguici su Twitter