POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 19 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Sezione archivio del 04.10.2013

    Primo piano

    RCA

    diffamazione a mezzo stampa

    Denunciare che un soggetto è stato raccomandato non integra reato, se il fatto … corrisponde al vero

    di Eugenio Viterbo - Avvocato

    In ordine alla configurabilità del legittimo esercizio del diritto di cronaca e del diritto di critica (che rispetto al primo consente l’uso di un linguaggio più pungente ed incisivo) si è nella giurisprudenza di...

    (Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 22600/13; depositata il 3 ottobre)

    Civile

    opposizione esecuzione immobiliare

    L’esatto adempimento dell’obbligazione impedisce ipso facto il trasferimento coatto dell’immobile

    di Alessandro M. Basso - Avvocato

    In tema di opposizione all’esecuzione immobiliare ed adempimento in corso di procedura e quindi di rapporti tra obbligazione e procedimento esecutivo, la prova dell’integrale adempimento dell’obbligazione, da parte del debitore...

    (Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 22587/13; depositata il 3 ottobre)

    Penale

    peculato

    Il giudice deve trovare concreti elementi per ritenere la sussistenza del pericolo di reiterazione del reato

    di Francesca Siccardi - Avvocato

    L’accertamento del pericolo di reiterazione di reati della stessa indole non può essere affidato ad elementi astratti e a congetture, ma deve fondarsi su dati di fatto oggettivi ed indicativi delle inclinazioni comportamentali e...

    (Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 40954/13; depositata il 3 ottobre)

    Penale

    giudicato

    Il giudicato progressivo non è giudicato definitivo, non si può proporre nei suoi confronti ricorso per revisione

    E se la prescrizione continuasse a decorrere … inconsueti ed imprevisti scenari per processi eccellenti

    di Claudio Bossi - Avvocato penalista, Senior partner dello Studio legale Associato B.B.D.

    Nel sistema giuridico italiano debbono considerarsi quali irrevocabili solo quelle sentenze interamente passate in giudicato. Fintanto che l’intera decisione non sia divenuta definitiva la sentenza non può dirsi irrevocabile e,...

    (Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 40941/13; depositata il 3 ottobre)

    Internazionale

    Tutela consumatori

    Il divieto di pratiche commerciali sleali si applica anche alle casse malattia del regime legale

    di Ivan Libero Nocera - Dottore di ricerca presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e Avvocato in Milano

    La Corte di Giustizia precisa per la prima volta che l’ampia sfera di applicazione della direttiva - sulle pratiche commerciali sleali delle imprese nei confronti dei consumatori nel mercato interno - vale anche per la definizione di...

    (Corte di Giustizia UE, Prima Sezione, causa C-59/12; pubblicata il 3 ottobre)

    Lavoro

    danno all’immagine

    Il direttore generale subisce l’ingerenza del presidente? È dequalificazione

    di Giuseppe Marino - Avvocato e Dottore di ricerca in Giustizia costituzionale

    È esente da censure la pronuncia con cui il giudice di merito, avendo accertando le continue ingerenze del presidente, ritiene sussistente la dequalificazione del direttore generale. Quest’ultimo, tuttavia, non può rifiutarsi...

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 22625/13; depositata il 3 ottobre)

    Contratti

    giudicato interno

    Contraddittorietà della pronuncia? Solo se le argomentazioni sono contrastanti

    di Marianna Vazzana - Avvocato

    Il vizio di contraddittorietà della motivazione ricorre solo in presenza di argomentazioni contrastanti e tali da non permettere di comprendere la ratio decidendi che sorregge il decisum adottato, per cui non sussiste motivazione...

    (Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 22589/13; depositata il 3 ottobre)

    RCA

    Responsabilità civile

    La responsabilità dell'ente è indissolubilmente legata alla responsabilità dei soggetti che agiscono in sua rappresentanza

    di Renato Savoia - Avvocato

    È principio di diritto consolidato quello secondo il quale delle carenze strutturali degli immobili rispondono gli organi apicali.

    (Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 22585/13; depositata il 3 ottobre)

    Penale

    esercizio arbitrario delle proprie ragioni

    La violenza manutentiva esclude la punibilità solo se si riferisce ad un bene di cui si ha l’esclusivo possesso

    di Alfredo De Francesco - Avvocato

    La violenza manutentiva non comporta la punibilità per il reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni ex art. 392 c.p. solo qualora sia esercitata per proteggere beni di cui si abbia l’esclusivo possesso.

    (Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 40944/13; depositata il 3 ottobre)

    Internazionale

    proprietà intellettuale

    Plagio online e pirateria informatica: a chi la giurisdizione se sono coinvolti più Stati UE?

    di Giulia Milizia

    La tutela del copyright spetta al giudice dello stato di residenza dell’autore che ha subito la violazione, limitatamente, però, al danno cagionato nel territorio in cui ha sede il suo distretto giudiziario. Infatti, a differenza...

    (Corte di Giustizia UE, Quarta Sezione, causa C-170/12; sentenza 3 ottobre)

    Lavoro

    licenziamento per giusta causa

    Le condotte sono ritenute contrarie ai doveri del lavoratore ma il codice disciplinare non è affisso: licenziamento illegittimo

    di Roberto Dulio - Avvocato giuslavorista, Senior partner dello Studio legale Associato B.B.D.

    Ai fini della validità del licenziamento intimato per ragioni disciplinari non è necessaria la previa affissione del codice disciplinare, in presenza di violazioni di norme di legge e comunque di doveri fondamentali del lavoratore,...

    (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 22626/13; depositata il 3 ottobre)

    Amministrativo

    allevamento di maiali

    Sugli odori molesti decide il sindaco

    di Marilisa Bombi

    E' legittima l'ordinanza del Sindaco che impone, prima l'adozione di idonee misure atte a contrastare le emissioni provenienti da un allevamento di maiali e, tenuto conto che gli odori persistono, la chiusura dell'impianto.

    (Consiglio di Stato, sez. III, sentenza n. 4687/13; depositata il 24 settembre)

    Seguici su Twitter