POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 16 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

30 giugno 2014: tra timore e fiducia il sogno del Processo Civile Telematico si realizza

15 Maggio 2014

Cliens Redigo: come tenere sotto controllo tutte le comunicazioni e le notifiche inviate all’avvocato – a cura di Giuffré Informatica

Tutto sotto controllo. Nella casella di posta elettronica certificata configurata in Cliens Redigo è possibile tenere sotto controllo tutte le comunicazioni e le notifiche inviate all’avvocato. La casella è facilmente raggiungibile con varie modalità, a seconda delle preferenze dell’utente: o direttamente dallo scenario, dal gruppo “Processo telematico” selezionando la voce “Casella PEC”, o dalla barra dei menu, alla voce “Pct”, cliccando sull’opzione “PEC” visualizzata nel relativo menu a tendina. Il software visualizza inizialmente la lista dei messaggi inviati: spostandosi in quella della posta in arrivo è possibile individuare le diverse tipologie di comunicazioni o notifiche in base al loro oggetto. I biglietti di cancelleria recano come oggetto la dicitura “COMUNICAZIONE” seguita dal numero di ruolo della procedura. Le notifiche provenienti dagli uffici giudiziari sono identificabili dall’oggetto “NOTIFICAZIONE DI CANCELLERIA ai sensi del D.L. 179/2012”.
E se il provvedimento contiene dati sensibili? In caso di comunicazione o notifica di un provvedimento contenente dati sensibili viene inviato un avviso di disponibilità recante un collegamento all’atto, che potrà essere scaricato previa identificazione dell’utente con le modalità previste dall’art. 6 delle specifiche tecniche. In tal caso l’oggetto del messaggio PEC avrà la seguente formulazione: “COMUNICAZIONE DISPONIBILE”, seguita dal numero di ruolo della procedura. Infine, nel caso di notifiche eseguite dagli uffici NEP i messaggi potranno essere di due tipi. In caso di ricezione della notifica il messaggio reca nell’oggetto la dicitura “NOTIFICA” seguita dal numero cronologico, anno e registro. Le relate di notifica, invece, saranno identificabili dall’oggetto “RELATA NOTIFICA”, sempre seguita dal numero cronologico, anno e registro.


< pagina precedente pagina successiva >